Screaming Frog in Team

Scopri come condividere i dati di Screaming Frog con il tuo Team

Screaming Frog: lavoro in Team

La collaborazione è spesso una parte essenziale per raggiungere gli obiettivi prefissati, specialmente quando si tratta di SEO. A causa della natura del lavoro, spesso ti trovi a interagire con diverse aree di un’azienda, come sviluppatori, designer e copywriter, per condividere conoscenze e coordinare il progetto.

Anche se Screaming Frog è un crawler locale di siti web esistono diversi modi per lavorare in collaborazione e assicurarsi che tutti siano sulla stessa lunghezza d’onda e aggiornati sulle diverse fasi del progetto commissionato.

Export dei dati

Una delle funzionalità più utilizzate è la capacità di esportare i dati in fogli di calcolo. Questo è utile se desideri condividere dati con qualcuno che non usa il SEO Spider, o se non vuoi inviare un file di scansione completo.

Ti basterà cliccare sul pulsante ‘esporta’ nell’angolo in alto a sinistra per esportare i dati dalle schede e filtri della finestra principale.

Funzione export di screaming frog

Per i dati della finestra inferiore sarà sufficiente selezionare gli elementi desiderati dalla schermata principale, fare click con il tasto destro e scegliere quali dati esportare.

esportazione dei dati finestra inferiore del seo spider

La terza opzione è quella di utilizzare il “Bulk Export” dal menu principale.

Export Crawl

Il metodo che preferisco è quello di esportare il “Crawl data” completo che mi permette di condividere lo stato dei lavori con i colleghi mostrando a loro anche tutte le configurazioni attuate per ottenere determinati dati dalla scansione.

Questa opportunità di collaborazione ha degli enormi vantaggi dal punto di vista tecnico permettendo di poter vedere nel singolo dettaglio ogni aspetto del SEO Audit ma un enorme svantaggio: il tuo interlocutore deve avere dimestichezza con il SEO Spider e questa condizione non sempre si verifica nelle Web Agency. Sicuramente, rispetto alla precedente, permette in modo maggiormente agevole di spostare una mole di dati superiore e non granulari report per report ma l’expertise diventa una condizione essenziale.

Nella modalità di archiviazione “Memory Storage” (sconsigliato) potrai salvare il “crawl data” selezionando ‘File > Salva/Salva come…’ per poi riprenderlo sempre dal menu utilizzando le voci “File > Apri”.

Nel caso del “Database Storage” i crawl data sono automaticamente salvati e li potrai richiamare dal menu “File > Crawl”; Per utilizzare a necessita il crawl sarà sufficiente cliccare su “Import”.

Alternativamente se non vuoi passare il “Crawl data” sarà sufficiente inviare la configurazione utilizzata per la tua scansione cosicché il tuo collega sarà autonomo ad elaborare una scansione utilizzando le tue stesse impostazioni. Per poterlo fare sarà sufficiente cliccare su “File >Configuration >Save As”. Scopri come gestire i profili di configurazione di Screaming Frog.

Chi riceverà la configurazione potrà richiamarla prima della scansione da “File > Config> Load”.

Al 99% delle volte i risultati saranno identici ma se tra una e l’altra scansione passa del tempo ci potrebbero essere delle leggere differenze nei risultati come ad esempio errori del server temporanei o altro.

Come utilizzare il profilo di configurazione Screaming Frog

Export Data con Google Drive

Google Drive rappresenta un’opportunità importante per collaborare con Screaming Frog. Dopo aver collegato Google Drive al SEO Spider principalmente le opzioni sono due:

  1. Export dati granulari: esportare i dati come la prima soluzione proposta scegliendo come “Save Location” appunto Google Drive e utilizzando come output “.gsheet”.
  2. Utilizzare le scansioni programmate (consigliata): sfruttando i “Scheduling Crawl” e impostando dalla Tab “Export” le opzioni di Google Drive potrai condividere tutti i file in modo automatico. Attraverso questa opzione sarai anche in grado di esportare i tuoi dati direttamente in Looker Studio (opzione eccezionale per condividere i dati di analisi con colleghi o il customer)

Export Data su “Shared Location”

Similmente all’esportazione diretta su Google Sheets, naturalmente puoi esportare su una unità di rete condivisa come Dropbox o OneDrive. È semplice come selezionare l’unità di rete desiderata durante il salvataggio delle esplorazioni, dei file di configurazione, delle esportazioni e altro ancora.

Se stai utilizzando la modalità di archiviazione del database, l’utilizzo di un’unità di rete come posizione per il database non è supportato. Questo perché risulterebbe troppo lento e la connessione poco affidabile.

Screaming Frog sul Cloud

Come già saprai il SEO Spider necessita che il tuo dispositivo sia acceso al momento in cui dovrebbe elaborare una scansione programmata. Tuttavia, attraverso il CLOUD puoi soprassedere a questo scenario. Puoi velocemente avviare macchine virtuali per compiti quotidiani, eseguire scansioni simultanee e utilizzare le capacità avanzate di pianificazione di Compute Engine per automatizzare senza bloccare le risorse locali.

Inoltre, eseguirlo nel cloud consente a te o ai tuoi colleghi di accedere ai Crawl Data in corso o concluse da qualsiasi luogo, in modo da poter facilmente ottenere le informazioni di cui hai bisogno. Vedi: Screaming Frog e Cloud.

Guide Correlate